A tu per tu con il duo Dirty Ducks- INTERVISTA

Ho intervistato il duo italiano Dirty Ducks sulla scena ufficialmente dal 2012 e in continua evoluzione. Dopo l’uscita di “Sublime” con MWRS sulla label di Don Diablo è già previsto un nuovo singolo. Spoiler?! Buona lettura!

Ciao ragazzi! Benvenuti su Andre1blog!
Tre aggettivi per descrivere la vostra musica ad oggi?

Ciao! Un piacere per noi. Dinamica, energica e spontanea sono gli aggettivi che subito ci vengono in mente. Il nostro sound è cambiato tanto negli anni, in qualche modo adattato ma sempre coerente con quella che è la nostra visione e la nostra idea principale di trasmettere energia a chi balla o ascolta una nostra traccia. Spontanea perché abbiamo sempre e solo prodotto ciò che realmente ci piace e ci stimola in un determinato momento. Siamo i primi a dover essere “convinti” di ciò che esce dal nostro studio.


Siete sulla scena da tanti anni ed è ben visibile la vostra evoluzione musicale che segue il genere che vi caratterizza, l’electro.
Quanto incide la sperimentazione in un progetto come il vostro?

La sperimentazione è essenziale. Lo è stata sicuramente per noi e per il nostro processo di crescita. Sperimentare e collaborare con artisti diversi da tutto il mondo, ognuno con il proprio “workflow” e con sonorità diverse dalla nostra ha aiutato molto l’evoluzione del nostro progetto. Uscire dalla “comfort-zone” e non avere paura di trovare e testare nuovi approcci o nuove sonorità evitando di auto-limitarsi a quello si pensi sia il proprio “genere/stile di riferimento”. Concetto poi che negli ultimi anni è diventato molto relativo.

Quali sono le soddisfazioni più significative presenti nella vostra carriera sin dal 2012?
Da quando abbiamo iniziato questo progetto quasi per gioco e senza alcuna aspettativa le soddisfazioni sono state sicuramente tante. Dal lato djing sicuramente l’aver portato la nostra musica su diversi stage in gran parte dell’Italia e aver condiviso la consolle con nomi di spicco della scena Edm internazionale. A livello discografico sicuramente il nostro remix ufficiale per Afrojack nel 2017 è stato per noi molto significativo. Oltre ad averlo conosciuto di persona abbiamo firmato anche il nostro singolo “Karma” sulla la sua etichetta discografica “Wall Recordings”. Sempre stata una figura di riferimento da quando iniziammo a produrre. L’anno successivo abbiamo firmato anche diversi brani sulla label Fonk Recordings di Dannic, con il quale abbiamo anche condiviso la consolle durante la sua “Label Night” ufficiale durante L’Amsterdam Dance Event del 2018. Oltre a ciò, nel corso degli anni, siamo riusciti a firmare la nostra musica su altre importanti label/ network della scena EDM internazionale. Revealed Recordings di Hardwell, per esempio, Hysteria Records di Bingo Players, Future House Music o Hexagon di recente.


Di recente è uscito il vostro singolo “SUBLIME” con MWRS, rilasciato su Gen HEX (Hexagon HQ) di Don Diablo. Come sta andando e com’è nata la collaborazione con MWRS?
Con Mattia (MWRS) ci siamo conosciuti inizialmente attraverso Instagram. Ci inviò alcuni suoi lavori oltre ad un’idea iniziale di Sublime. Ci colpì molto il suo stile e decidemmo di lavorare all’idea insieme. Trovammo subito la giusta intesa sul brano e riuscimmo a combinare le nostre sonorità e visioni.
Il brano, ad oggi, sta andando molto bene e stiamo ricevendo numerosi feedback positivi sia dagli addetti ai lavori che non. Siamo inoltre felici del nostro primissimo debutto in casa Hexagon.

Progetti in vista? Nuova Musica  in arrivo?
Sicuramente tanta nuova musica. Ci stiamo concentrando molto sul nostro sound e le sue future evoluzioni. Dopo “Sublime” abbiamo già pronte diverse collaborazioni con altrettanti talenti italiani ed esteri. La prima prevista per la fine di Aprile!

Segui DIRTY DUCKS
FACEBOOK
INSTAGRAM
TWITTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *