Mimmo Falcone alias MoBlack è un autentico pioniere della Afro House, genere sempre più di riferimento non soltanto quando ci si riferisca alla musica elettronica.

Il suo è un percorso che parte da molto lontano: nel 2003 Falcone si trasferì in Ghana per dirigere un impianto di trasformazione del pomodoro, dopo aver conseguito nella natia Napoli una laurea a pieni voti in Lingue Orientali. Da subito iniziò ad appassionarsi e ad interessarsi alle sonorità ancestrali africane e a produrre le sue prime tracce di un genere che ancora non esisteva e che appunto sarebbe diventato l’Afro House. Produzioni e remix che subito ottengono riscontri di pubblico e addetti ai lavori.

Nel 2013 la decisione di dar vita al progetto MoBlack (dj e producer) e alla sua etichetta discografica MoBlack Records, che quest’anno festeggiano i primi dieci anni di attività. Mo in lingua twi – lingua parlata sia in Ghana che in Costa d’Avorio – significa congratulazioni: MoBlack si è ispirato a questa parola di due lettere ma così ricca di significati per scegliere il suo alias artistico ed il nome della sua etichetta discografica.

MoBlack si è sempre mosso in un’unica direzione: dare spazi ai talenti africani che gravitano intorno alla musica elettronica. Una scelta d’avanguardia che gli è valsa il rispetto e la considerazione di indiscussi fuoriclasse del djing quali Black Coffee, Âme x Dixon, Solomun, Osunlade, &ME, Rampa e Pete Tong, per tacere dei suoi remix per Fela Kuti e CamelPhat e le release per altre label quali Defected, delle sue serate nei migliori locali del pianeta, da Ibiza a Londra, da Berlino alla Miami Music Week e all’Amsterdam Dance Event, dei suoi radio show per m2o e per BBC Radio One. Per la radio inglese – la radio più nobile al mondo – in particolare ha firmato nei mesi scorsi il programma Wind’s Down: un traguardo mai raggiunto in precedenza da un dj italiano.

L’estate che lo vede tagliare il traguardo dei primi dieci anni della sua label, vede MoBlack impegnato in un tour composto da date selezionate e mirate: sabato 13 maggio al Twiggy di Dubai, il 2 al Palosanto & Nunsense Boat Party a New York, il 15 giugno al Tuya di Mikonos, il 17 al Maya di Sorrento, il 23 all’Isla Jungle Beats di Istanbul; l’8 luglio a Vlore in Albania in il 21 luglio al Tomorrowland, l’epico festival che si svolge tutti gli anni a luglio con 200mila presenze in ogni sua edizione, il 12 agosto all’Umbra di Tangeri, il 20 agosto allo Spine di Beirut.

MoBlack non è soltanto musica. È uno stato mentale, una comunità, una prospettiva, un viaggio verso un futuro ancora tutto da scrivere, ma con il giusto rispetto per il passato e per le radici africane della House Music.

moblack.fanlink.to/moblack

Previous post Decibel Open Air il meglio dell’elettronica mondiale torna a Firenze sabato 9 e domenica 10 settembre 2023 
Next post Sabato 20 maggio 2023 Amnesia Milano Closing Season Party. In console Miss Monique

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *