SOL BEGINO ospite nella rubrica “WIKI MIX” – INTERVISTA

Chi è Sol Begino? In che modo è nata la tua passione per la console? 
Io sono una ragazza Argentina che ha trovato in Milano una seconda casa.
Il mio amore per la musica è sempre stato presente sin da piccolina, da quando l’ascoltavo 24h su 24h e mia madre mi sgridava per abassare il volume.
Ho frequentato anche corsi di ballo da piccola, hip hop da teenager e tutto ciò mi ha fatto sentire il bisogno di dovermi approcciare alla console.

Hai intrapreso questo progetto in parallelo alla tua carriera da Stylist.
Quali sono i tuoi principali obbiettivi da raggiungere nell’ambito del djing?

Il mio obbiettivo principale è creare, suonare e puntare all’originalità.
Ci sono tantissime stylist o addetti nel settore della moda che suonano come dj e sono bravissime.
Sita Abellan per esempio, o Mia Moretti.
Sono due mondi connessi tra loro.

Come si presenta un tuo dj-set? Quali sono le cinque tracce che non devono mai mancare ad una serata con ospite Sol Begino?
Sicuramente non mancano XXX dal nuovo album di Kendrick Lamar, Mercy da Kanye west, I’m the one da DJ Khaled e se la situazione è adeguata, anche JLo e Destiny’s Child.

3.jpg

Leggendo la tua bio risalta che sei fortemente ispirata non solo dalla musica, ma dalla natura e dall’arte a 360 gradi. 
 Quanto è importante l’arte nella tua realtà quotidiana? 
E molto importante per me l’arte.
Infatti la parola “arte” è tatuata anche sulla mia pelle.
L’arte è creatività, non solo nelle belle arti, ma in tutti gli aspetti della vita. 

Cosa ci si deve aspettare dal tuo progetto? Hai qualche novità da  annunciare in esclusiva a chi ti segue? 
Si!
Il 16 giugno sarò ospite ad una festa con dresscode in bianco in un loft a Romolo (MI)
e per essere in lista dovreste contattarmi o inviare una mail a nxtuptv@gmail.com,
Sarà un party incredibile!
In estate suonerò a Milano e non solo.
Restate connessi!

Contatti:
e_mail: solci-begino@hotmail.com
instagram: @argentinasbabygirl

TAMI: la new entry nel roster di Doner Music – INTERVISTA

Ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Tami, dj/producer della Doner Music, label di Big Fish.
Il 9 giugno 2017 ha pubblicato il suo primo brano contenuto  nella nuova compilation dell’etichetta “Doner Bombers Vol. 5“. che racchiude brani inediti degli artisti del roster
come Big Fish, Kharfi, Aquadrop e Retrohandz.

Tami Doner Music.jpg

Buona lettura!

Chi è Tami? Tre sostantivi per descrivere il tuo progetto? 
Sono una ragazza di 24 anni, di origine moldava/vietnamita ma vivo in Italia da ben 16 anni. 
Il mio progetto sicuramente è qualcosa di nuovo nell’ambito delle djs/producers italiane, è “sincero” e mira ad avere un taglio musicale ricercato.

Cosa ti ha spinto a voler intraprendere questo percorso?
Ho sempre avuto un debole per la musica.
Fa parte di me sin da piccola, mi ricordo che a cinque anni mia nonna mi aveva comprato una piccola pianola e da quel momento ho capito che la musica avrebbe avuto un ruolo fondamentale nella mia vita.

Qual è il tuo pensiero in merito alla scena djing femminile italiana? Collaborazione  o “rivalità” tra voi colleghe?
Penso che la scena del delle dj donne in Italia sia abbastanza piatta, a parte rare eccezioni, parliamo di ragazze immagine che mettono dischi e in cui l’aspetto fisico ha una rilevanza nettamente dominante sulla musica.
Di Alison Wonderland o Anna Lunoe ancora non c’è ne sono qui da noi, per intenderci. 

Come si presenta un tuo set? Quali sono i generi che caratterizzano la tua identità artistica?
Nei miei dj set suono prevalentemente rap, trap e afrobeat.
Per chi volesse farsi un’idea più concreta, può venirmi a sentire al Party Junbo, tutti i sabati al Tube di Milano.

22007725_152054078721612_2436642814621755959_n.jpg

Quali sono i tuoi principali obiettivi? In che modo è nata la tua collaborazione con Doner Music?
È nata per caso (e per fortuna direi :)), ci siamo conosciuti a marzo/aprile dell’anno in corso e avendo idee simili sulla musica abbiamo intrapreso questa collaborazione. 

Cosa bolle in pentola nel tuo futuro? Hai qualche news o data da annunciare a chi sta seguendo il tuo progetto?
 A breve uscirà il mio primo singolo ufficiale, che sarà accompagnato da un video e pubblicato da una delle label più importanti nel mercato discografico. Di più per ora non posso svelare 🙂

Segui TAMI:
Fb: https://www.facebook.com/tatamiofficial
IG: instagram.com/tatamigram

Ringrazio Tami per questa piacevole chiacchierata!

Greta Tedeschi: “Al lavoro per il mio 2018” – INTERVISTA

Greta Tedeschi è la dj italiana che fa divertire la maggior parte dei club più importanti d’Italia e del Vecchio Continente.
E’ giovanissima, sexy, intelligente e molto dinamica.
E’ stata ospite alla discoteca Colossos di Lloret de Mar in Spagna e al Tropic Club di Spalato in Croazia.
Playboy Italia l’ha definita “deejay di talento che porta una ventata di fresca giovinezza nel panorama musicale italiano“, è la 115 esima Dj al mondo secondo Djane Mag  ed è  stata la più richiesta nell’ estate 2017.

Greta Tedeschi è piemontese e da piccola sognava di diventare giudice, ma dopo aver conseguito la maturità classica , ha poi abbandonato i progetti forensi per inseguire il suo grande sogno nel mondo musicale.
 E’ molto amata su Facebook e Instagram dai suoi fan che ammirano molto il suo talento e seguono tutti i suoi progetti.
In seguito all’uscita di “Apologize For My Pizza” in collaborazione con The Jagg, Greta è al lavoro per l’uscita del suo primo singolo e di altri progetti in serbo per il 2018.

Buona lettura!


Tre sostantivi che rappresentano al meglio il tuo progetto?
Mondo, musica, viaggiare.
“ Non voglio diventare ricca, voglio suonare in tutto il mondo”.
E’ il mio motto da un bel po’ di anni.

Quando ti sei avvicinata alla musica e in particolar modo all’Edm?
Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo del djing a 17 anni.
A 18 ho fatto il mio primo tour italiano.
Sono stata abbastanza precoce ahaha
Adoro la musica, in particolar modo ciò che volgarmente chiamiamo “Edm”; sopratutto la progressive house.

Come si presenta un tuo set? Cosa ci si deve aspettare ad un party con ospite Greta Tedeschi?
I miei set sono dei veri e propri piccoli “ show”.
Studio tutto, dall’ intro alla scenografia.
Di solito le mie intro creano suspense, sono un po’ magiche o fanno riflettere.
E’ molto evidente il cambio di Dj in console.
Durante i miei Dj set uso il microfono, interagisco molto con il pubblico.

Sei la 115 esima Dj al mondo secondo Djane Mag e sei stata la più richiesta soprattutto nell’ estate 2016. Complimenti! In che modo hai vissuto tutte queste emozioni? Che rapporto hai con il tuo pubblico?
Sono molto felice di essere nel rank mondiale.
Adoro il pubblico e per me la musica è un modo per far sognare le persone. Anche se solo per una sera.

foto jaguar.jpg

 Playboy Italia, ti ha definita “deejay di talento che porta una ventata di fresca giovinezza nel panorama musicale italiano“. Ti aspettavi un riscontro del genere? Quanto è importante per te lo stile?
Sono contenta per il redazionale che mi è stato dedicato su Playboy Italia ma preferisco e leggo riveste di altro tipo. Ad esempio Dj Mag o Rolling Stone.

Recentemente sui social ti abbiamo vista in studio. Parlando delle tue produzioni, come nasce un tuo singolo? Qual è l’artista che ti influenza maggiormente nella scena italiana e internazionale?
Per quanto riguarda un mio singolo ci sto lavorando.
Per il momento ho una collaborazione in porto con un mio caro amico The Jagg e con un duo i Firedubs.
A livello Italiano, come artisti, mi piacciono: Angemi, Bottai, i Dj From Mars e Merk & Kremont.
Esteri:  Nervo, Dimitri Vegas & Like Mike, Axwell, Tiesto, Tony Junior, Will Sparks.

Qual è il tuo pensiero in merito alla scena Edm italiana? Con chi avresti il piacere di collaborare?
Penso che in Italia, l’ edm funzioni ancora e funziona in tutto il mondo.
Il mio primo disco sarà senza dubbio Progressive House.
Collaborerei volentieri con i Marnik e Merk & Kremont.

Riassumi il tuo 2017 con due aggettivi.
Due aggettivi per riassumere il mio 2017?
Costruttivo; ho imparato veramente molto.
Avventuroso. Ho viaggiato tanto, conosciuto una marea di persone; alcune di esse molto positive, altre negative.
Esperienze belle e brutte che mi hanno formata.

_DSC1422.jpg

Quali sono i progetti che hai in serbo per il nuovo anno? Hai delle news da annunciare in esclusiva al tuo pubblico? Dove avremo il piacere di incontrarti nelle prossime settimane?
Per il prossimo anno ho delle collaborazioni in cantiere.
Le mie prossime date sono:
31\12\17 Sine
05\01\18 Sassari
06\01\18 Siena
12\01\18 Ragusa
13\01\18 Taormina

Segui Greta Tedeschi
facebook.com/gretatedeschiofficial
instagram.com/gretatedeschiofficial
soundcloud.com/greta_tedeschi

Grazie per l’ intervista . Un saluto!

Un grandissimo in bocca al lupo a Greta Tedeschi per il suo futuro artistico!

JANELLE: un mix di energia, fascino e talento – INTERVISTA

Ho avuto il piacere di intervistare Janelle, giovane e talentuosa dj/producer, sulla scena da circa dieci anni e in continua ricerca di nuove sonorità da produrre.
Lo scorso  Dicembre ha pubblicato il video ufficiale del  singolo “Illuminate” per l’etichetta Blanco y Negro Music con i remix di EvangelistiJamis e Álvaro Malvar, ed è spesso tra le resident Week su radio m2o nel programma Music Zone di Provenzano DJ e Don Cash.

Tante le novità in vista..  Buona lettura!

Chi è Janelle?
Quando ti sei avvicinata alla console e al mondo della notte?
Ciao Andrea, ti ringrazio per questa piacevole intervista.

Il primo incontro con la consolle l’ho avuto circa dieci anni fa, nel 2008, anno in cui ho provato per la prima volta quel brivido sulla pelle che solo l’amore per la  musica avrebbe potuto darmi e per questa ragione ringrazierò sempre mio padre, fautore della mia carriera da dj, che purtroppo non c’è più.

Quali sono le esperienze più importanti che hanno caratterizzato il tuo passato artistico?
Non c’è un’esperienza così importante, poichè ogni piccolo passo avanti che faccio lo aggiungo a quelli fatti nel passato e lo reputo importante per la mia crescita artistica.
Non bisogna mai sentirsi arrivati in questo lavoro, bensì bisogna sempre considerare il punto di arrivo come un punto di partenza nuovo e come un nuovo stimolo.

Quali sono gli artisti che ti influenzano a livello di sound?
Con chi ti piacerebbe collaborare?
Il sound oggi come oggi è una scommessa: può accadere che un periodo vada un genere come un periodo ne vada un altro, per cui mi affido di più al carisma di un artista, alla personalità ed alla sua espressività musicale ma anche fisica.
Detta questa premessa mi piacciono e amerò per sempre gli SHM, ma apprezzo molto anche Don Diablo, Valentino Khan, Dj Snake.

23622142_1573364129396345_6293260626830107654_n.jpg

Dove avremo il piacere di incontrarti prossimamente?
Cosa ci si deve aspettare ad un party con ospite Janelle?
Prossimamente ci saranno delle belle sorprese, tra cui una verso la fine di Agosto ma non posso svelare ancora nulla.
 Per cui seguitemi e lo scoprirete 🙂
Sicuramente durante una mia serata potrete vedermi esibire e capire i miei gusti musicali, ed apprezzare (o meno) il mio stile.
Non mi piace essere volgare: un dj, soprattutto se è donna, deve essere COOL.

Lo scorso Maggio è uscito “Illuminate”, il tuo primo brano per Blanco y Negro Music , disponibile su tutti i digital store, Spotify e video ufficiale su Youtube.
Com’è nato questo singolo?
ILLUMINATE” è stata una grande scommessa con me stessa.
Volevo esprimere qualcosa di profondo, volevo riuscire a comunicare emozioni a chi l’avesse poi ascoltata.
Mi interessava lasciare un particolare di me, senza prendere spunto da nulla, solamente dalle sensazioni che mi suscitavano le note e la musica.

Evangelisti, Jamis e Álvaro Malvar sono i protagonisti di “Illuminate Remixes”.
Com’è nata la collaborazione con loro?
I remix devono essere pensati sulla base dell’original mix, per cui ho deciso di fare questa scelta per gusto personale riguardo il genere che proponevano i remixer.
Secondo me, ma anche secondo la reazione dei miei followers, queste versioni sono state molto azzeccate e apprezzate.
Per cui la collaborazione con loro è stata un incontro di sonorità ed uno scambio anche di forti emozioni.

Prossimi progetti? Qualche news in anteprima?
Come dicevo prima ci sarà una grande novità a fine agosto e poi sì, ci sono due progetti in realizzazione.
Ne vedrete e ne sentirete delle belle, ragazzi!!!

janelle site.jpg

Segui Janelle
www.janelledj.com
instagram.com/janelle_music
twitter.com/janelledjmusic
facebook.com/janellemusic

Determinata, ambiziosa e in tour nel mondo – Intervista a Georgia Mos

Ho avuto il piacere di intervistare GEORGIA MOS, dj/producer italiana costantemente in tour nel mondo ed  è una delle TOP 10 DJ donne per il Magazine DJaneMag!
Ricordiamo il suo esordio grazie alla partecipazione al programma televisivo di Italia 1, TOP DJ nel 2016, ma da quella esperienza, il suo è stato un percorso esclusivamente in ascesa a livello internazionale e che le ha permesso di suonare nei club più importanti d’Italia, Francia, Albania, Spagna e non solo.
Georgia Mos nel 2017 e 2018 raggiunge anche l’India, Nepal e Cina con un tour di 20 date e viene premiata come “Best New Comer Djane” nella classifica di Djane Mag mondiale.
Nel Marzo 2018 esce la sua prima  release “Tan Bueno” su Sosumi Record presentata direttamente a Miami durante la Winter Music Conference, mentre nel 2019 pubblica “See the light” (Sirup Music Record) e “Maya” su Total Freedom Recordings, tracce  che le permettono di esibirsi in nuovi paesi come l’Indonesia, Croazia, Scozia e China.

Buona lettura!

Il canto e la danza classica/moderna tra le tue passioni sin da piccolissima.
Quando e cosa ti ha spinto ad approcciarti al mondo della notte e del djing?
Si esatto ho iniziato a studiare canto e musica in dall’eta di 6 anni. Tra le mie passioni c’era anche la danza . La mia giornata “tipo” era : scuola, corso di canto, danza e la sera fare i compiti!
Il mondo del djing è arrivato un po’ dopo, circa 6 anni fa mi sono trasferita a Londra e proprio in questa città mi sono appassionata di musica elettronica e di djing .
Ho iniziato quindi a studiare produzione musicale e fare dei corsi. Poco dopo ho iniziato ad esibirmi come resident in alcuni club, non è stato facile ma sono stata completamente rapita da questo mondo.

Ricordi com’è andata la prima volta che hai suonato in un club?
La primissima volta ero molto emozionata ( ovviamente cantando da anni e avendo partecipato a diversi spettacoli ero abituata a stare di fronte ad un pubblico) però l’emozione e l’adrenalina non passa mai ed è una sensazione meravigliosa che ti tiene costantemente viva!

Quali sono state le tue più grandi soddisfazioni ottenute dal 2015 ad oggi?
Sicuramente aver suonato in posti  e Paesi incredibili dove non avrei nemmeno immaginato di arrivare come la Cina, l’indonesia, U.s.a,  l’India o il Nepal.

Hai suonato in America, in Cina, in India, in Spagna e in altre meravigliose città del mondo.
Quali sono generalmente le reazioni da parte del pubblico? E le tue emozioni?
Soprattutto in questi posti appena citati le reazioni sono meravigliose, loro amano il mondo occidentale, adorano la nostra musica e tutto ciò che per loro è considerato “nuovo”. Soprattutto in Cina hanno un’accoglienza estasiante, più volte mi hanno aspettata nei club con dei cartonati con il mio nome o con delle mie fotografie. Amano molto divertirsi ed “evadere” quindi sono sempre super scatenati quando si tratta di fare festa.

Sei appena stata a Miami, in Indonesia e in China! Com’è  andata!?
Prossime tappe? Programmi per questa estate?
Si, sono state tre bellissime esperienze. La Miami music week ormai è un appuntamento fisso dove mi capita ogni anno di andare e suonare in diversi party organizzati all’interno della città. Mentre in Indonesia è stata la prima volta quindi ho conosciuto un paese  e un pubblico nuovo, molto gentile e disponibile. Vedere il mio nome su un mega schermo in questi paesi e anche in China,  è sempre una emozione incredibile. Dopo alle data in Scozia, Cina, Nepal e in India,  suonerò quasi prevalentemente in Italia durante l’estate (ci sarà una sorpresa musicale per tutti voi in proprio in lingua italiana). Rimanete collegati sui mie social per essere aggiornati su tutte le date, voglio incontrarvi tutti!

Come si presenta un tuo dj set live ? Nei tuoi show ti capita anche di cantare?
Per il momento è un dj set quasi prettamente “suonato” dove a seconda del club o della situazione in cui mi trovo inserisco qualche vocal o parte cantata. Non ho una scaletta prefissata quindi mi piace “cucire l’abito” in base alla serata, alle persone in pista o alle emozioni di quel momento.

Lo scorso Gennaio è uscito il tuo singolo “MAYA” in collaborazione con Suray, sull’etichetta italiana Total Freedom, incluso nella MIAMI 2019 Compilation selezionata da Shorty e RION, che ha raggiunto in pochissime ore la prima posizione su iTunes. Com’è andata questa release? Com’è nata la tua collaborazione con Suray?
SI è stata una bellissima soddisfazione  ed eravamo super contenti. Suray è un talento straordinario, ci siamo conosciuti tanto tempo fa e collaborare insieme per “Maya” è stato davvero super interessante! Come anche la penultima uscita con “See the light” in collaborazione con un altro talento italiano Alex Pizzuti.

Domanda al di fuori della musica. Che rapporto hai con i social e con i tuoi followers?
I social li seguo personalmente il più possibile , soprattutto Instagram. Cerco di rispondere ai messaggi e a tutte le domande che mi vengono fatte, mi piace avere un rapporto diretto e vero con le persone che mi seguono, senza filtri.

Segui GEORGIA MOS
facebook.com/GeorgiaMosofficial
instagram.com/georgia.mos
www.georgiamos.com Advertisement

A.D.I.D.A.S. è il nuovo Ep di Rossella Blinded – INTERVISTA

Ho avuto il piacere di intervistare ROSSELLA BLINDED, Dj e produttrice italiana che ha pubblicato il suo secondo EP : “A.D.I.D.A.S.” , lo scorso 13 Luglio su una etichetta indipendente di Los Angeles, la All The Hype Records.

Non vi anticipo nulla, buona lettura! 

In breve, chi è Rossella Blinded?

10931401_384463608382390_8778719877596649642_n

Mi sono avvicinata alla musica fin da piccola, in casa mia se ne ascoltava veramente tanta, mio padre è un grande appassionato e collezionista di dischi ma, solo una dozzina di anni fa mi sono avvicinata al mondo del clubbing e del genere elettronico. Quando ho iniziato suonavo principalmente elettronica e hip-hop, ero un’amante dello scratch, passavo tutto il giorno ad allenarmi ai piatti e solo da 4/5 anni ho iniziato a suonare bass music, facevo parte di un collettivo con cui sperimentavamo generi dalla dubstep alla trap, alla drum n bass, ora suono tutto ciò che è bass, genere che produco anche da un due annetti circa. La musica è anche ciò che mi accompagna durante il giorno, amo generi come il trip-hop, la chil, il rock e il solopiano.

Ho scoperto che oltre a dedicare molto tempo per l’attività da Dj e produttrice, riesci a conciliare anche un secondo lavoro, insegnante di inglese. Come vivi il fatto di eseguire questi due tipi di lavoro molto diversi? Riesci ad contemperare entrambe le professioni? 

11046199_404961959665888_3775009338768133967_n

Si per me è molto semplice, sono due lavori diversi ma comunque in 24 ore do spazio sia alla musica, sia alle lezioni che comunque faccio solo qualche giorno a settimana. Diciamo che poi il fare lezioni mi permette di staccare per un po’ la testa dalle produzioni, preparare i mix e scegliere i pezzi per i set, e viceversa così poi da riprendere il lavoro a mente fresca.

Parlando del tuo passato, com’è stato condividere i palchi con artisti come Nero, Datsik, Zeds Dead, Netsky, Far Too Loud e molti altri? 

1896758_342764099219008_3794877143780894617_n

Sono state esperienze veramente che mi porterò sempre dietro, soprattutto per il contatto con il pubblico che è la cosa che amo di più in questo lavoro e penso i ricordi migliori che io abbia. La mia preferita devo dire che è stata la serata con Datsik, avevo suonato fin dall’apertura del locale con tantissime persone di fronte ed è stata tra le accoglienze più calorose che abbia mai ricevuto.

ROSSELLA BLINDED nel 2011 – ROSSELLA BLINDED nel 2015, ti senti cresciuta artisticamente parlando? Quali sono state le esperienze che ti hanno permesso di emergere e inserirti nella vasta scena musicale italiana? 

Sento di essere cresciuta veramente tanto come dj, ma ancora penso di dover far strada come produttrice, specie per il fatto che ora vorrei sperimentare generi diversi da quelli che produco come la future bass. Ma soprattutto penso di essere molto cresciuta come persona, di sicuro il calore che ricevo dalle persone che vengono a sentirmi mi hanno permesso di continuare a credere in me stessa e avere una forza dentro, di farmi sentire libera di sperimentare generi che in Italia, quasi nessuno ascolta e promuove o anche quando passo periodi a ricevere solo porte in faccia. Le esperienze che mi hanno aiutato ad emergere sono state diverse ma citerei il Nameless Festival l’anno scorso che mi ha permesso di farmi conoscere ad un vasto pubblico e soprattutto ad iniziare a fare serate in diverse parti d’Italia, dalla Sicilia al Veneto. Così come suonare al Magnolia di Milano e aver avuto la possibilità di aprire importanti artisti internazionali.

Parlando del genere che suoni e produci. Come mai la scelta della Trap/ Dubstep/ Electro? Qual è l’artista che ti influenza maggiormente nelle tue produzioni?  

1517509_253484448146974_1195028329_n

Devo essere sincera, dipende molto dal periodo e da quello che ascolto. Ho sempre ascoltato valanghe di hip hop, dall’old school fino a quello più recente e amo la scena americana, per questo ho collaborato con un rapper statunitense come Ryshon Jones e adesso stiamo lavorando al nuovo singolo. Così come in questo periodo in cui sto ascoltando artisti come Hudson Mohawke, Flume, Daktyl, Alison Wonderland e Troyboi ho voglia di sperimentare qualcosa di diverso seguendo questo filone.

Dopo l’uscita del tuo primo EP “Massive” (prodotto dall’etichetta californiana All TheHype Records) e che ha raggiunto la TOP 40 Beatport , pochi giorni fa hai pubblicato il secondo EP “A.D.I.D.A.S.” (All Day I Dream About Success). Presentaci e parlaci di questo tuo nuovo lavoro? Com’è nata la collaborazione con DJ YODHA? 

11011735_447964492032301_8509930261938220767_n

A.D.I.D.A.S. è un ep di due tracce fondamentalmente trap, in cui ho voluto sperimentare scelte diverse rispetto al primo ep o al singolo precedente “Beg My Par” come giocare con i sample e con il campionamento di strumenti classici e aggiungere la mia voce in ogni traccia. E’ da tanto che produco e collaboro con Yodha, che è uno dei miei più cari amici, abbiamo anche già collaborato in Massiv e volevamo ancora fare una traccia insieme.

Il nome invece è l’acronimo di All Day I Dream About Success, che si riferisce metaforicamente al fatto che si aspira a realizzarsi ma nel mio caso che prima o poi la bass music in Italia abbia una maggiore visibilità e riscontro.

Se dovessi presentare una tua serata, come definiresti un party con Special Guest : ROSSELLA BLINDED?  

E’ una domanda molto difficile, dipende dalla situazione, ma principalmente direi che sono party molto energici in cui non manca il momento per saltare e in cui spero di dare un intrattenimento musicale spaziando su generi diversi cercando di stupire chi ho di fronte.

Hai altri progetti in vista? Qualche artista con il quale vorresti collaborare? Altre date dei tuoi live set?

Si ora sto terminando il nuovo singolo con Ryshon Jones, sono molto contenta di lavorare con lui anche in questa traccia, e ho diverse date in vista, la prossima sarà a Catania, poi suonerò anche in Sardegna, mia terra d’origine, mi fa sempre un grande effetto suonare lì.

Grazie mille per l’intervista e per la disponibilità!