Intervista a Don Cash – Il flow energico del conduttore e rapper di Discoradio

Ho intervistato Don Cash, conduttore di Discoradio, rapper e autore italiano.
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere in merito alle sue origini artistiche,
all’importanza della radio soprattutto negli ultimi periodi, alle mille responsabilità di essere uno speaker radiofonico e non solo.

Ciao Don Cash! Conduttore radio/tv, rapper e autore.
Quando hai avuto il primo approccio col rap e quando con la conduzione radio /tv?
Hai sempre coltivato in parallelo queste passioni che oggi rappresentano il tuo vero lavoro, in particolar modo nei panni di conduttore?
Ciao Andre! Sono quattro termini difficili e sicuramente in ognuno è nascosta una fetta del mio mondo e una vita a se stante. Sono passioni che ho sempre coltivato in parallelo, ma prima di tutto c’è stata la danza. Successivamente mi son dedicato al rap, ad esempio mentre facevo danza in sala, cantavo e provavo le canzoni che ballavo. Nel frattempo, studiando, ho approfondito anche altre discipline, prendendo lezioni di recitazione per capire i movimenti degli attori sul palco e al contempo ho iniziato a dare lezioni in un’accademia, in cui i miei allievi erano attori e cantanti a cui insegnavo a mantenere le corrette posture.  Lo studio è stato ed è importante, di fatti per avvicinarmi al mondo della radiofonia, ho iniziato a studiare con professionisti già avviati e cercando di dare sempre il mio meglio.
Quando ho iniziato a scrivere, ho studiato con autori, con personaggi di spicco e del panorama rap/hip hop internazionale, per arrivare a poter arrangiare un brano che avesse senso e non solo. Ora che mi ritrovo a lavorare tutti i giorni in radio, mi confronto col mostro di me stesso, cercando sempre di dare un pezzo di cuore in più e di poter lasciare il segno attraverso tutto quello che faccio e accompagnato dalla passione primaria: la musica.

Quali sono gli aspetti del tuo lavoro che ti hanno sempre trasmesso maggiori soddisfazioni?
Sicuramente una grande soddisfazione sono i live, il rapporto col pubblico e vedere l’evolversi delle generazioni  nelle discoteche. Ad oggi riscopriamo una terza generazione in cui padri e figli probabilmente vanno insieme nei locali e sono accumunati da una musica che è trasversale. La fortuna che ho ad esempio attraverso Discoradio, è di poter mandare in onda le hit di un tempo, che hanno lo stesso sound delle hit di oggi, che vanno di pari passo alle hit di artisti Hip Hop italiani ed esteri, apprezzate da più generazioni.

Circa un anno fa sei entrato nella grande famiglia di Discoradio e hai intrapreso questa nuova avventura.  Com’è andata la diretta della prima puntata del tuo programma?
Come procede il percorso con questo nuovo team? Raccontaci!
La prima puntata è stato segno di grande responsabilità, arrivando da un altro network e sapendo che nei miei confronti ci fossero grandi aspettative. E’ stata la prima volta in cui di fronte a me non avevo un regista ma una macchina da gestire in autonomia e da comandare con le mie mani, oltre a dover parlare al microfono ed intrattenere, lanciare basi su cui parlare, rappare su intro e coda dei brani, senza dover dimenticare orari, contatti e info da comunicare al contempo.
Grande paura e pressione, che poi si è trasformata nella mia cifra stilistica, ovvero l’idea di introdurre e concludere i brani rappando, accompagnato da talk veloci e tanto altro che mi caratterizza.

Nel mondo della conduzione radiofonica è importante tenere in ottima compagnia gli ascoltatori che si trovano in auto, a casa, in pausa in ufficio, in azienda o in palestra.  Stiamo trascorrendo un momento delicato nella nostra vita, la musica non si ferma e la radio resta un mezzo fondamentale, non solo per gli aggiornamenti quotidiani, ma anche per strappare un sorriso a tutti noi chiusi in casa.  
Anche questa è una grande responsabilità.  In questo periodo quali sono le difficoltà  che riscontra anche una radio?
Si, lavorare in radio, come già accennato, è sempre una grandissima responsabilità, perchè anche sbagliando una parola o un titolo, stai pur tranquillo che qualcuno te lo fa notare ad esempio sui social, idem per ipotetiche pronunce in lingua inglese, sbagliare date ed esprimere vari pensieri.
In queste settimane, più che mai, la responsabilità è triplice in quanto bisogna comunicare aggiornamenti, tenere compagnia  senza stressare l’ascoltatore e in un momento come questo, se si sorride troppo si rischia di passare per un giullare di corte o di infastidire. Quindi bisogna mantenere un livello di concentrazione, che per la durata di tre ore diventa difficoltoso, ma c’è dietro una grande passione e quando ricevi determinati messaggi di supporto, ringraziamenti da parte di persone che ti aprono la porta di casa o la portiera della macchina, accogliendoti nella loro quotidianità, a me resta il “compito” di informare e intrattenere nel migliori dei modi.  E’ talmente appagante che ogni sacrificio viene ripagato in un istante, con un sorriso, con un messaggio, con un audio whatsapp, con un bambino che canta la sua canzone preferita o con un professionista che dopo ore di lavoro, svolta la sua giornata e il suo umore ascoltando il tuo programma.

Cosa ascolta Don Cash nella sua quotidianità?
 Ascolto di tutto, dalla Salsa, Combo, Latin, Jazz, tanto Soul e Blues, cantanti e musicisti del passato, amo ad esempio Ray Charles, Nina Simone, Etta James e i contemporanei.
Per me è importante essere sempre sul pezzo, quindi ascolto tanto rap italiano, che mi serve moltissimo anche vista la realtà di “Real Talk“, per restare aggiornato sulla new wave, sugli ultimi termini della street culture, sulle tendenze o su quello che non va più di “moda”.
Non si può restare indietro e non aggiornati nemmeno per un giorno. I ragazzi di oggi attraverso il web e non solo, sono talmente veloci nelle scelte e nei pensieri,  che per essere un leader in radio, nel web o nella vita in generale, bisogna essere sempre un passo avanti e seguire a parer mio le prime tre regole dell’Hip Hop, “Ringrazia il passato e impara, sii originale e porta in giro l’amore”. Se le becchi tutte e tre, probabilmente riesci ad emergere come buon personaggio da seguire.

Ci sono progetti in vista appena migliorerà questa situazione? Qualche spoiler in esclusiva?
Lavori  in vista c’è ne sono tanti, sia radiofonicamente che a livello musicale per quanto riguarda la figura di Don Cash. In radio ci sono tanti progetti legati al mondo del web, che come ho spoilerato in precedenza, unisce  due realtà molto grandi come ad esempio Discoradio e Real Talk, istituzione nel mondo Hip Hop che riconosce e lancia nuovi talenti.
Ci sono novità che hanno a che fare anche con i social e il mondo della tv. Restate sul pezzo!

“Siate la versione migliore di voi stessi, sempre e dovunque.
Siate l’esempio da seguire e il resto verrà da se”.

Segui Don Cash
INSTAGRAM

FACEBOOK
TWITTER
S
POTIFY