Intervista al provocatore italiano dell’Edm : EDMMARO

Ho avuto il grande piacere di intervistare EDMMARO, artista originale e fenomeno inevitabile della scena italiana.
Settimana prossima sarà ospite al Nameless Music Festival a Lecco e vi aspetta in giro per l’Italia con i suoi show energici e imprevedibili.

“Perché indossa la maschera di Hardwell? Come mai è imprevedibile? .. “

A voi l’intervista! 

Presenta al pubblico il fenomeno EDMMARO.
EDMMARO
è il killer italiano dell’Edm, che fonde i sound più attuali della musica bass e elettronica con fenomeni trash, meme e classici della musica internazionale e italiana senza distinzione di generi.

SJF_9290.jpg

Tre aggettivi per descrivere il tuo progetto?
Bello, brutto, provocatorio.

Quando hai deciso di presentare al pubblico la tua originalità e unicità?
Non è stata una scelta volontaria, il tutto è nato partecipando al dj contest del Nameless Music Festival nel 2016, con un mixato divertente e senza regole, che ha catturato l’attenzione facendo divertire e diventando virale nella community Edm italiana subito dopo l’upload.
Inaspettatamente sono stato il vincitore del contest e mi sono ritrovato automaticamente nel personaggio.

Come mai la scelta di questo nome d’arte e di non mostrare il tuo volto, nascosto da una maschera con il viso di Hardwell?
È sempre legato alla casualità con cui è nato questo progetto, ho iniziato in modo anonimo, come immagine utilizzavo una foto di un giovane Hardwell, dal mio punto di vista stereotipo perfetto della musica Edm e facile bersaglio, quindi mi sembrava divertente continuare semplicemente come Edmmaro, nascondendomi dietro una sua foto di cartone.

Pensi che in Italia ci siano altri artisti che propongono al pubblico uno show alternativo come il tuo? Qual è la caratteristica principale che ti rende così autentico?
Credo di essere l’unico sulla scena anche internazionale ad avere un sound e un approccio social media in questo stile, reso autentico dal mio modo di creare contenuti senza tenere conto di regole, in un mondo musicale ormai troppo schematico e poco originale, in particolar modo nel genere Edm e nell’ambiente festival.
L’unico filo conduttore è cercare di unire o remixare brani totalmente opposti tra di loro, cercando un risultato che non passi mai inosservato.

Da Malgioglio a Tiziano Ferro, da Raffaella Carrà alla sigla di Uomini & Donne, per citarne alcuni. Una fusione tra veri cult, electro e altri generi musicali.
Con quale criterio selezioni i singoli da remixare e soprattutto come si presenta un tuo dj – set?
Trovo impressionante il potenziale di alcuni brani, italiani e non, del passato e del presente, come gli esempi che hai citato nella domanda.
Quindi ora che è sempre più difficile distinguersi o emozionare un ascoltatore cerco di rendere quello che nessuno si immaginerebbe di proporre in un club o ad un festival di sonorità adatte a eventi di certa portata.
E parlo veramente di ogni tipo di sonorità e genere musicale, dalla bachata alla psytrance o da Pupo agli Swedish House Mafia, per me è davvero un attimo, cerco di annullare ogni distanza. Di certo durante un mio dj set non ci si annoia!

Quali sono gli artisti italiani e internazionali che ammiri maggiormente? Con chi avresti il piacere di collaborare?
Mi sono avvicinato all’Edm grazie a tanti italiani come Benny Benassi, Bloody Beetroots, Crookers, alla dance con Gigi D’agostino, Prezioso.
L’Italia è sempre stata al primo posto come proposta e qualità soprattutto negli anni 90. Amo la canzone italiana da sempre, Celentano, Raffaella Carrà, Tiziano Ferro.  Ma anche Bello Figo.
Parlando del periodo attuale sicuramente in italia apprezzo Sunstars, Merk&Kremont, Kharfi, SDJM.
Noi italiani spacchiamo. Sull’internazionale Skrillex è quello che non mi ha mai deluso.
E gli Swedish House Mafia ho avuto il piacere di ascoltarli a Miami durante UMF.

I tuoi show sono unici, divertenti e soprattutto carichi di energia. Complimenti!
Preferisci suonare ad un festival o all’interno di un club? Com’è il rapporto con il tuo pubblico?
Grazie! Sono i miei obbiettivi principali in uno show, in particolare l’energia. Per questo preferisco esibirmi ad un grande festival perché sento di non avere nessun limite alla mia musica. È il terzo anno infatti che non aspetto altro che suonare a Nameless, ma amo anche adattarmi ai club, conoscerlo e proporre una selezione più controllata, pur restando nel mio stile. Sembrerebbe normale per un personaggio come il mio avere tanti haters, ma ho degli ascoltatori e followers sempre partecipi, anche oltre le mie aspettative, che capiscono al 100% il mio personaggio e non potrebbe essere meglio di così.

Dove avremo il piacere di ascoltarti prossimamente?
Hai qualche news esclusiva, in merito ai prossimi progetti, da annunciare ai tuoi fan?
Sto lavorando molto per il Nameless, forse ci sarà una comparsa durante il mio set di un artista di cui sono grande fan, vedremo.

“HO FATTO QUESTO MIX NELL’ULTIMA SETTIMANA COME TRIBUTO AL NAMELESS MUSIC CONTEST CHE MI HA DATO VITA, ADDIO, SE NE VA PER SEMPRE UNA PARTE DI ME :(“

 Tra le prossime date, in continuo aggiornamento:
2/06 Nameless Music Festival – Barzio
8/06 Boscaccio Beach – Pavia
7/06 – 16/06 – 23/06-  30/06 – 14/07 EDMMARO residency
@Juice, JuniorClub – Rastignano

Segui EDMMARO
Facebook
Instagram
SoundCloud