Mariucch e Joker insieme nel nuovo singolo “Falla Su Con Tequila Bum Bum”

Il produttore italiano Mariucch e il rapper Joker il 21 Maggio hanno pubblicato il nuovo singolo dal titolo “Falla Su Con Tequila Bum Bum”, disponibile su tutti i digital stores, Spotify e Youtube con un video ufficiale da non perdere.
“Falla Su Con Tequila Bum Bum” è un brano molto estivo, fresco e con sonorità non indifferenti, perfetto connubio tra House & Trap, con un ritornello coinvolgente e da cantare ininterrottamente.

L’hashtag di questa estate sarà
#Falla_Su_Con_Tequila_Bum_Bum

Mariucch è noto al pubblico per i suoi successi internazionali come “MUEVELA”,
“LA OLA”, “LOGA Y CRUCAS (PRINCESA DO BRASIL)”, “JELENA PUT YOUR HANDS”, “BOOOM” , “DON’T WASTE TIME” , “ROJAL4 (WHAT TO DO)”
e “SHAKI SHAKI” per citarne alcuni.

Le sue produzioni sono state inserite all’interno di programmi televisivi come “La Prova del Cuoco”, “Paperissima”, “L’eredità” e suonate dalle maggiori radio nazionali tra cui Radio Deejay e Radio M2O. L’artista oltre ad aver suonato nei maggiori club Italiani è stato ospite di manifestazioni Nazionali ed Internazionali di altissimo rilievo come “Olè Festival” in Germania, con oltre sessantamila persone e djs di fama mondiale come Super Jam Cascada e Ne-Yo.

CESARE CERNIGLIARO in arte JOKER intraprende il suo percorso a soli tredici anni in seguito alla perdita di un caro amico e da questo dolore nasce “Over The Game”, brano che ha inciso nel 2013. Sono molteplici le sue apparizioni televisive tra cui ad “Amici di Maria De Filippi” (2013) e diversi i premi ottenuti nel corso degli anni. Sempre molto coinvolto nel sociale, ritiene che un messaggio positivo  lanciato ai giovani da un coetaneo sia più d’impatto rispetto che da un adulto.
Nei live è molto coinvolgente e travolge tutto il pubblico con la sua prorompente simpatia.

Il duo No Name torna con il nuovo singolo “Fireworks”

l celebre duo di DJ producer No Name torna a scaldare l’estate con “Fireworks” (distr. Artist First), un nuovo singolo dalle travolgenti sonorità Dance/House che vede la collaborazione del talentuoso cantautore sardo Salvatore Saba.

Libertà e speranza, queste le tematiche centrali su cui si erge un brano dal sound raffinato ma al tempo stesso esplosivo e dirompente, che, proprio come un file rouge musicale, ci collega agli altri e diventa simbolo di ripartenza dopo un lungo periodo buio e complesso.

La voce di Salvatore, potente ed avvolgente, è il perfetto incastro di tasselli sonori curati nei minimi dettagli, che danno vita ad un puzzle discografico elegante e fresco; un cocktail di energia e leggerezza che ben si sposa con l’avvento della stagione alle porte, quest’anno più che mai, intrisa di fiducia ed ottimismo.


Un messaggio d’amore universale accompagna tutto il brano, puntando i riflettori su quel fuoco che scalda anima e cuore e ci consente di superare ogni difficoltà: una piccola scintilla innescata da passione e sentimento che arde e si alimenta di impegno e dedizione, conducendoci, passo dopo passo, al raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati.

Come ammaliati da un cielo illuminato dai fuochi d’artificio, il trio ci invita a mettere in scena lo spettacolo pirotecnico più entusiasmante della nostra vita, trasformandoci da spettatori ad artefici del nostro percorso, con umiltà, in un firmamento costellato da sogni, propositi e desideri.

«Con “Fireworks”– dichiarano gli artisti – vogliamo trasmettere la voglia di vivere un’estate “con il botto”, satura di speranza e di amore. Che si tratti di amore per il proprio partner, per il proprio lavoro o per qualsiasi altra sfaccettatura della vita, l’amore è tutto ciò che sta al centro delle nostre esistenze e dobbiamo ricordarlo in ogni momento, anche dopo aver attraversato un periodo buio e difficile. Siamo molto felici di potervi regalare un pezzo tutto da ballare, con l’augurio che si possa tornare a vivere la vita con maggior leggerezza e spensieratezza».

“Fireworks” è un brano fresco e leggero, ma non per questo privo di concetti e significati importanti, perché a volte abbiamo solo bisogno di lasciarci andare per tornare a sorridere, per tornare a brillare proprio come fuochi d’artificio.

Segui No Name
Facebook – Instagram

Segui Salvatore Saba
Facebook – Instagram

“ITALIANO” è il singolo d’esordio di GiAga

È disponibile su tutte le piattaforme digitali “Italiano” (Red Owl Records/Visory Records/Thaurus), il singolo d’esordio di GiAga.

Dopo aver trascorso quattro indimenticabili mesi in Colombia, terra di danze, colori e sorrisi ed aver approfondito la sua conoscenza della lingua spagnola, il talentuoso e brillante cantautore latin pop GiAga approda sulle piattaforme digitali con un brano intriso di sentimento, sensualità e passione.

Nato dalla penna dello stesso artista, “un ragazzo umile con un sogno nel cassetto”, in collaborazione con Made4Fame, il pezzo punta il focus sull’uomo italiano, dissociandosi dalla teoria che lo vuole seduttore e libertino ed abbracciando la tesi di un uomo sì affascinante, avvenente e disinvolto, ma al tempo stesso in grado di essere fedele; un uomo che quando ama lo fa in maniera totalizzante, rimanendo profondamente legato a quell’unica donna al mondo in grado di catturare dolcemente la sua anima.

«Questo pezzo – dichiara GiAga – rappresenta ciò che sono, un inguaribile romantico. Ho voluto rappresentare la mia idea di uomo italiano, un uomo che per quanto possa divertirsi e scherzare con tante donne, se ne ha una nel cuore, amerà sempre e soltanto lei, senza riserve».

Su raffinate e sensuali sonorità da dancehall si posa un testo che miscela magistralmente l’intensità della lingua italiana all’elegante sapore esotico e suadente di quella castellana, evidenziando la versatilità di Giaga e la sua capacità di esprimere emozioni e sentimenti all’interno di una cornice musicale vivace ed insolita, che impreziosisce il brano di freschezza e classe, invitando l’ascoltatore ad immaginare la vita come una danza che intreccia amore e passione.
Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, diretto da The Dino Stories e girato nella splendida Villa Renoir di Cerro Maggiore (MI).

“Italiano” fa da apripista al debut album di GiAga, in uscita nei prossimi mesi!

Segui GiAga
INSTAGRAM

Janelle torna con il nuovo singolo “Keep On Dancing”

Janelle, giovane e talentuosa dj/producer italiana, torna a farci ballare con il nuovo singolo “Keep On Dancing”, uscito il 14 Maggio su tutti i digital stores,
Spotify e presto anche su Youtube con un video ufficiale da non perdere.

“Keep On Dancing” rilasciato su Future House Cloud, nota etichetta discografica del settore, nasce dalla necessità di scovare una visione positiva e spensierata, in un periodo storico inaspettatamente drammatico.

Il brano presenta sonorità Future House molto forti e decise, che trasportano l’ascoltatore verso una visione migliore del futuro ricco di gioia, amore, possibilità, ambizione e ottimismo. Un forte gioco di contrapposizioni ritmiche rendono il tutto più vivace e concretizzano l’emozione di chi ascolta. Inoltre “Keep On Dancing” è una produzione caratterizzata da elementi ispirati dal mondo degli anni ’80, tornato prepotentemente alla ribalta e valorizzato da un vocal coinvolgente molto attuale.

Attraverso il video ufficiale disponibile tra non molto su Youtube,
Janelle risalta diverse immagini e simboli ricchi di significato che caratterizzano un periodo non semplice in cui prevale una nuova e limitata realtà, che spesso ci lascia privi di speranze e forze per reagire con la giusta determinazione.

“Keep On Dancing” è già stato suonato da djs/producers del calibro di Don Diablo all’interno del suo radio show, da radio italiane e supportato da artisti come
DJS FROM MARS, LUIS RODRIGUEZ, ALEX NOCERA, CRISTIAN MARCHI e RUDEEJAY per citarne alcuni.

 Janelle nel corso della sua carriera ha scalato le classifiche dance di Beatport con il suo scorso singolo “Illuminate” rilasciato dalla label spagnola Blanco Y Negro, raggiungendo la sedicesima posizione. E’ stata inclusa nella nota classifica Djanetop tra le sette migliori dj in Italia e
n. 175 dj nel mondo nel 2017, arrivando alla posizione n. 14 come miglior Dj Woman 2019 italiana di Djane Mag Italy.
Giunge alla semifinale del contest “Fisherman’s Friend” organizzato da Radio Deejay e nel 2018 ha partecipato come resident week dj su Radio m2o,  confermando il suo talento nei djset live, grazie anche agli eventi in cui viene spesso ospitata nelle migliori discoteche che l’hanno vista protagonista. Successivamente vola ad Ibiza e partecipa agli imperdibili party al “Privilege” – “Beautiful People Boat Party”  e Cafe’ Globo Ibiza e subito dopo ha fatto parte di un progetto molto cool insieme ad una cantante italiana, che le ha viste vincitrici al Festival Show 2019 e con cui si è esibita live con i suoi coinvolgenti set in tutta Italia e non solo.

Segui JANELLE
instagram.com/janelle_music
facebook.com/janellemusic

House Affairs presentano “So Cool”

Il duo italiano HOUSE AFFAIRS rilascia il 14 Maggio il nuovo singolo dal titolo “SO COOL” sull’etichetta tedesca Swutch Music/ Run Deep Records, disponibile su tutti i digital stores e Spotify.

House Affairs ha origine ufficialmente nei primi mesi del lockdown, durante un periodo storico come ben sappiamo molto particolare,
in cui Davide e Salvatore, componenti del duo, distanti temporaneamente dalle loro consolidate professioni hanno intrapreso il progetto artistico che li ha portati all’uscita di “It’s Not About Me” e alla nuovissima produzione “So Cool”.

“So Cool” è unbrano Deep-Soul House dal sapore estivo con vocals accattivanti che trasportano l’ascoltatore in un viaggio piacevolmente infinito, caratterizzato da un ritornello con sonorità coinvolgenti e da ballare ininterrottamente. Sempre e solo #positivevibes! 

Davide e Salvatore in arte “HOUSE AFFAIRS” sono due giovani djs/ producers italiani di musica dance, con una forte propensione per i generi House, Deep House e Garage. Amici prima che colleghi, sono nati a Potenza, il capoluogo lucano e vantano una conoscenza artistica personale di lunga data. Ed è proprio Potenza la città in cui hanno creato uno studio di registrazione dove producono la loro musica in qualità di autori sia dei testi proposti nei loro brani, che degli arrangiamenti musicali.
Il duo è già al lavoro per le prossime uscite discografiche e non resta che seguirli sui social per non perdere alcun aggiornamento!

Segui HOUSE AFFAIRS
facebook.com/music.houseaffairs
instagram.com/houseaffairs.music/
https://spoti.fi/3od6rk0

A tu per tu con Marco Carpentieri – INTERVISTA

Marco Carpentieri, dj/produttore italiano sulla scena da tantissimi anni.
Ho scambiato quattro chiacchiere con lui in merito al suo passato, presente artistico e futuro ricco di musica e collaborazioni. Buona lettura!

Ciao Marco! Benvenuto su Andre1blog.
Tre aggettivi per descrivere al meglio il progetto Marco Carpentieri ad oggi?
Amo talmente tanto la musica che non riesco a limitarmi ad uno stile preciso, del mio mondo musicale fanno parte vari orientamenti per cui uno degli aggettivi da poter usare direi “Mutante”, riguardo il live userei l’aggettivo “Empatico” perché comprendo il mio pubblico, mi immedesimo in lui e con lui instauro un feeling tangibile e “Schietto” verso quest’ultimo.


Nella tua carriera hai fatto ballare davvero tantissime persone in Italia e non solo. Ma tornando indietro nel tempo… A che età hai avuto il tuo primo approccio con il mondo della notte e in quale occasione hai capito di voler intraprendere questa strada?
Ho iniziato ad appassionarmi al mondo della dance all’eta’ di 14 anni (ma i miei inizi risalgono a ben prima, ho iniziato a suonare il pianoforte all’età di 3 anni) suonando alle feste di compleanno dei miei amici, ma il vero approccio notturno e professionale avvenne intorno ai 18 anni…
non c’e’ stato un momento preciso che mi abbia fatto capire di voler intraprendere questo percorso, è sempre stato parte di me!

Quali sono le tue più grandi soddisfazioni artistiche negli ultimi anni?
Mi sono sempre dedicato molto a questa mia passione, con costanza ed impegno,
lo dico perché credo siano alla base di un risultato.
Dopo anni di lavoro in effetti i risultati sono arrivati dandomi ancora più forza.
L’EDC di Città del Messico è stato una gioia ed anche l’ULTRA MUSIC FESTIVAL una grande soddisfazione, condividere la consolle con i top DJs e respirare quell’aria magica è una dose di incentivo per andare avanti ed a migliorare sempre di più.
Come produzioni, le amo tutte, pero chissà, forse, firmare il remix delle Bahari, un duo americano con un sound pazzesco e quello di ModSun, incredibile artista, per il gruppo Rock Mafia di Los Angeles che collabora con artisti del calibro di Miley Cyrus, Karol G, Wiz Khalifa; Snoop Dogg….
e’ stato un bel momento, mi sono sentito gratificato.


Il tuo primo brano del 2021 si intitola “JIMBO” ed è uscito su Hysteria Records / Spinnin’ Records. Una breve presentazione in merito alle sonorità e al genere intrapreso per questo singolo?
Nella musica mi piace spaziare, giocare con i suoni e provare a mettere insieme elementi differenti tra loro, Jimbo nasce un po cosi ed un giorno ascoltando per caso un brano di Santana ho provato a mettere insieme le due cose ed e’ nata Jimbo!

Prossimi progetti in vista? Nuova musica in attesa di ritornare in consolle?
In questo periodo ancor più di prima sono rimasto chiuso in studio a sperimentare,
ho avviato delle collaborazioni e scritto tanta musica che con il mio staff stiamo valutando e selezionando.
La prossima uscita sarà su Hysteria/ Spinnin’ Records, con cui è nata una buona collaborazione.

Segui Marco Carpentieri
INSTAGRAM
FACEBOOK

TWITTER
SPOTIFY
WWW.MARCOCARPENTIERI.COM

A tu per tu con i DJS FROM MARS – INTERVISTA

E’ sempre un grande piacere scambiare quattro chiacchiere con i Djs From Mars,
artisti made in Italy che apprezzo moltissimo.
Ho già intervistato il duo nell’estate 2018 e qualche giorno fa ci siamo risentiti per fare un “punto della situazione” in vista, si spera, di una probabile e graduale ripartenza e abbiamo parlato inoltre, dell’origine dei due recenti singoli e delle note collaborazioni con David Guetta.
Buona lettura!

Ciao ragazzi! Bentornati su Andre1blog!
Come avete trascorso questo ultimo anno nonostante i noti limiti lavorativi?

Ciao Andrea! Grazie per averci ricontattato! L’ultimo anno chiaramente è stato molto strano per tutti noi del mondo dell’intrattenimento. Specialmente le prime settimane di lockdown del 2020. Ma abbiamo subito cercato di capire quale potesse essere il lato positivo di una situazione così negativa, e l’unica cosa vantaggiosa per noi era avere più tempo a disposizione in studio per produrre, visto che non dovevamo più essere su aerei ogni weekend. Così ci siamo buttati a bomba sulla produzione lavorando anche 10 ore al giorno in studio. Questo ha avuto dei risultati, infatti se non pensiamo al lato delle serate, probabilmente per la nostra carriera, a livello discografico/produttivo è stato il nostro anno migliore di sempre, arrivando a pubblicare una collab con Tiesto, un remix ufficiale per David Guetta e Sia, un altro remix ufficiale per Laidback Luke, più varie release su grandi etichette, e naturalmente molti, moltissimi mashup che hanno ricevuto grandi supporti e milioni di visualizzazioni.
Diciamo che abbiamo cercato di tirare fuori il meglio dal peggio.


A Gennaio avete rilasciato il vostro singolo “Sunday Morning” sull’etichetta di Alok (Controversia/ Spinnin’) e successivamente è uscita “You Spin Me Round (Like A Record)” in collaborazione con Starwoodz. Una breve presentazione a livello di sonorità in merito a queste due produzioni?
Come dicevamo appunto ci siamo messi in studio a produrre anche tracce originali con una certa continuità, cosa che non avevamo mai potuto fare prima. Queste due release che hai citato sono i primi frutti di questo lavoro. Le sonorità che abbiamo scelto sono più soft rispetto al solito, perché questa pandemia ha anche cambiato l’utilizzo della musica. Non essendoci i grandi festival e le serate nei club, non hanno molto motivo di esistere le tracce fatte apposta per essere suonate in pista. Mancando per forza di cose quell’energia, ci siamo concentrati su musica che potesse essere anche ascoltata oltre che ballata, magari in cuffia andando a correre o a casa giocando alla Play. Questi sono i primi risultati, ne stanno per arrivare altri, il suono è più morbido ma comunque abbiamo cercato di mantenere il nostro stile con l’aggiunta di elementi elettronici che sono comunque la nostra cifra stilistica a prescindere.


Quanto vi manca il vostro pubblico in giro per il mondo?
Nella speranza che gradualmente si possa tornare alla normalità è previsto un vostro tour nella prossima stagione?

Ovviamente il contatto col pubblico ci manca moltissimo. E’ anche difficile continuare a fare musica senza quel feedback diretto della pista, che ti fa capire subito quando una produzione è d’impatto oppure no. Inoltre noi abbiamo sempre puntato tantissimo sulla parte live, ed è sempre stato bello poter portare la musica in tutti gli angoli del pianeta. Ora piano piano stiamo vedendo segnali di ripresa in USA e in Asia, e speriamo che succeda lo stesso in Europa dove però siamo ancora un po’ indietro. Siamo comunque fiduciosi, questa catastrofe dovrà finire prima o poi, e la gente non vede l’ora di tornare a socializzare. Dobbiamo solo essere pazienti e non mollare mai un centimetro per ripartire più forti di prima.

I vostri remix/bootleg hanno sempre un grande successo.
Lo scorso Dicembre è uscito il remix ufficiale del singolo “LET’S LOVE” di David Guetta ft. Sia e successivamente avete lavorato insieme a Guetta per la realizzazione del mash up di “Roses”.
Com’è nato il vostro rapporto lavorativo con lui?
Vi siete incontrati in qualche occasione/evento in particolare?

Le collaborazioni con David sono nate dopo avergli mandato un megamashup di 8 minuti con tutti i suoi più grandi successi mashuppati insieme. Lui ha apprezzato tantissimo, lo ha caricato sul suo YouTube (ora ha 40 milioni di views) e da lì ha iniziato a chiederci di realizzare idee di mashup che lui aveva in testa per i suoi live. Da cosa nasce cosa, e abbiamo iniziato a proporgli anche idee nostre, fino a remixare il suo singolo con SIA. L’abbiamo incontrato a Ibiza quando ci ha chiamato a suonare alla sua serata F*** Me I’m Famous nell’estate 2019. Probabilmente saremmo tornati nel 2020 ma il Covid ha rovinato tutti i piani dell’estate che per noi era già piena con più di 50 date già fissate. Speriamo di tornare questa estate! David è una fonte di ispirazione inesauribile, nonostante la lunghissima carriera ha l’entusiasmo di un ragazzino che ha appena cominciato, e questo ci motiva molto a dare il meglio ogni giorno nonostante le situazioni negative! 

Recentemente ho notato che avete svolto un webinar su Hi Live. Com’è nata questa idea?
I ragazzi di Hilive.io ci hanno chiesto se volevamo partecipare, e questa è stata un’altra cosa che in tempi di serate full time e tour continui non avremmo mai avuto il tempo di fare…Invece approfittando della pausa abbiamo cominciato quest’avventura che ci permette di condividere i nostri trucchi di studio con ragazzi giovani che vogliono imparare qualcosa. Molti di loro sono super talentuosi e con alcuni dei ragazzi incontrati nei webinar abbiamo addirittura realizzato delle tracce insieme. Sicuramente un’esperienza che cercheremo di portare avanti, ci piace molto il confronto con le nuove leve, e onestamente a volte abbiamo anche imparato noi da loro!

Nuovi progetti musicali in vista? Spoiler?
Molti progetti in vista, ma nessuno spoiler haha!!
Seguiteci sui social per tutti gli aggiornamenti!!


Segui DJS FROM MARS
INSTAGRAM
FACEBOOK

WWW.DJSFROMMARS.COM

A tu per tu con il duo Dirty Ducks- INTERVISTA

Ho intervistato il duo italiano Dirty Ducks sulla scena ufficialmente dal 2012 e in continua evoluzione. Dopo l’uscita di “Sublime” con MWRS sulla label di Don Diablo è già previsto un nuovo singolo. Spoiler?! Buona lettura!

Ciao ragazzi! Benvenuti su Andre1blog!
Tre aggettivi per descrivere la vostra musica ad oggi?

Ciao! Un piacere per noi. Dinamica, energica e spontanea sono gli aggettivi che subito ci vengono in mente. Il nostro sound è cambiato tanto negli anni, in qualche modo adattato ma sempre coerente con quella che è la nostra visione e la nostra idea principale di trasmettere energia a chi balla o ascolta una nostra traccia. Spontanea perché abbiamo sempre e solo prodotto ciò che realmente ci piace e ci stimola in un determinato momento. Siamo i primi a dover essere “convinti” di ciò che esce dal nostro studio.


Siete sulla scena da tanti anni ed è ben visibile la vostra evoluzione musicale che segue il genere che vi caratterizza, l’electro.
Quanto incide la sperimentazione in un progetto come il vostro?

La sperimentazione è essenziale. Lo è stata sicuramente per noi e per il nostro processo di crescita. Sperimentare e collaborare con artisti diversi da tutto il mondo, ognuno con il proprio “workflow” e con sonorità diverse dalla nostra ha aiutato molto l’evoluzione del nostro progetto. Uscire dalla “comfort-zone” e non avere paura di trovare e testare nuovi approcci o nuove sonorità evitando di auto-limitarsi a quello si pensi sia il proprio “genere/stile di riferimento”. Concetto poi che negli ultimi anni è diventato molto relativo.

Quali sono le soddisfazioni più significative presenti nella vostra carriera sin dal 2012?
Da quando abbiamo iniziato questo progetto quasi per gioco e senza alcuna aspettativa le soddisfazioni sono state sicuramente tante. Dal lato djing sicuramente l’aver portato la nostra musica su diversi stage in gran parte dell’Italia e aver condiviso la consolle con nomi di spicco della scena Edm internazionale. A livello discografico sicuramente il nostro remix ufficiale per Afrojack nel 2017 è stato per noi molto significativo. Oltre ad averlo conosciuto di persona abbiamo firmato anche il nostro singolo “Karma” sulla la sua etichetta discografica “Wall Recordings”. Sempre stata una figura di riferimento da quando iniziammo a produrre. L’anno successivo abbiamo firmato anche diversi brani sulla label Fonk Recordings di Dannic, con il quale abbiamo anche condiviso la consolle durante la sua “Label Night” ufficiale durante L’Amsterdam Dance Event del 2018. Oltre a ciò, nel corso degli anni, siamo riusciti a firmare la nostra musica su altre importanti label/ network della scena EDM internazionale. Revealed Recordings di Hardwell, per esempio, Hysteria Records di Bingo Players, Future House Music o Hexagon di recente.


Di recente è uscito il vostro singolo “SUBLIME” con MWRS, rilasciato su Gen HEX (Hexagon HQ) di Don Diablo. Come sta andando e com’è nata la collaborazione con MWRS?
Con Mattia (MWRS) ci siamo conosciuti inizialmente attraverso Instagram. Ci inviò alcuni suoi lavori oltre ad un’idea iniziale di Sublime. Ci colpì molto il suo stile e decidemmo di lavorare all’idea insieme. Trovammo subito la giusta intesa sul brano e riuscimmo a combinare le nostre sonorità e visioni.
Il brano, ad oggi, sta andando molto bene e stiamo ricevendo numerosi feedback positivi sia dagli addetti ai lavori che non. Siamo inoltre felici del nostro primissimo debutto in casa Hexagon.

Progetti in vista? Nuova Musica  in arrivo?
Sicuramente tanta nuova musica. Ci stiamo concentrando molto sul nostro sound e le sue future evoluzioni. Dopo “Sublime” abbiamo già pronte diverse collaborazioni con altrettanti talenti italiani ed esteri. La prima prevista per la fine di Aprile!

Segui DIRTY DUCKS
FACEBOOK
INSTAGRAM
TWITTER

A tu per tu con il produttore italiano Kapes – INTERVISTA

In occasione del suo nuovo singolo “NO SAFE”, ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con il dj/produttore italiano KAPES. Buona lettura!

Chi è Kapes nel 2021? Tre aggettivi per descrivere al meglio la tua musica?
Energica, elettrizzante, armoniosa. Credo che questi aggettivi descrivano al meglio il mio sound attuale, cioè che rappresenta ad oggi Kapes.

Da quanti anni sei legato all’ambiente del djing e del clubbing?
Ufficialmente quando ti sei avvicinato al mondo della produzione?

Sono nell’ambiente del clubbing da molti anni, credo almeno 12, iniziando prima come pr, per poi diventare nel settembre 2010 ufficialmente un dj, con la mia prima serata al Touch Disco di Montesilvano (PE), con ospite Marracash.

Una curiosità… Quali sono gli artisti che ti influenzano maggiormente ad oggi e perchè?Sicuramente le mie produzioni sono influenzate da tutta la corrente house music, con le varie sfaccettature del genere; da brani UK più radiofonici come quelli di MK, Sonny Fodera, Disciples, a quelli più clubbing come i quelli di Fisher, Martin Ikin, Biscits, SIDEPIECE, Chris Lake e altri ancora. Per quanto riguarda i miei brani come “No Safe” invece, mi piace lavorare su Logic e scoprire cosa viene fuori, senza schemi e senza troppe influenze.

Sui tuoi social traspare anche il tuo lato legato al workout quotidiano che spesso troviamo anche nei teaser/official video dei tuoi singoli. Una Top 5 di tuoi brani che consigli per un allenamento deciso e ricco di energia?
Molto legato ai workout e al mondo del fitenss direi! 😂
Come mia TOP 5, consiglio:

  1. No Safe
  2. Prototype
  3. Blackout
  4. Daisy (Wild Corner Edit)
  5. Underground

Fai parte della “Guerilla Crew” su cui è uscito il tuo ultimo brano “No Safe”. Come sta andando questo singolo?
Sta andando bene, sono molto soddisfatto del risultato che ho ottenuto, di come abbiamo lavorato sul lyric video e tutto quanto. Sicuramente avrà un buon risultato su Spotify.

“Non ho mai avuto così tanta nuova musica da far uscire…”
Qualche giorno fa hai scritto questo post sul tuo instagram.
Cosa ci dobbiamo aspettare da Kapes nel corso dei prossimi mesi?

Esatto! Ho veramente tantissimi nuovi singoli praticamente pronti, ho lavorato parecchio nei mesi precedenti in studio per ottenere tutti questi brani. Il periodo purtroppo non è dei migliori per noi dj, e ciò da un lato, per quanto mi riguarda, frena un po anche il lato release delle tracce.
In ogni caso c’è da aspettarsi tanta musica, da dischi più clubbing a quelli più radiofonici.
Direi che ce ne sono per tutti i gusti!

SEGUI KAPES
FACEBOOK
INSTAGRAM
SPOTIFY